Consegna a domicilio e asporto: dal telefono all’ordine digitale

Io volevo solo ordinare una pizza… Potremmo cominciare così questa avventura, imitando il titolo di un libro per aspiranti pizzaioli che molti di voi probabilmente già conosceranno.

L’idea alla base di questa applicazione (Ordini Online), ora disponibile per tutti coloro che gestiscono un servizio di asporto o consegna a domicilio, nasce da un’esigenza piuttosto banale, seppure non scontata, che è quella di trovare un modo più rapido e semplice di ordinare una pizza, senza dover alzare il telefono o distogliere d’altra parte il pizzaiolo dal suo impasto e dal suo amato forno a legna.

Bene, direte voi, ma JustEat è in giro da diversi anni ormai, e con essa tante altre grandi realtà come Foodora, Deliveroo, e aggiungetene altre voi…

Vero. Ma non è questo il punto.
Molti clienti, come il sottoscritto, vorrebbero poter ordinare, ancora oggi, la pizza dal pizzaiolo preferito, che ha deliberatamente deciso di non aderire a JustEat, o a qualunque altra piattaforma simile. Perché?! Be’, i motivi possono essere diversi, e saranno spunto per qualche altro articolo, ma giusto a titolo di esempio: commissioni, gestione parziale degli ordini (solo quelli della piattaforma), concorrenza tipica del marketplace, pagamenti differiti, e così via.

Quindi al momento siamo ancora costretti a prendere in mano il caro vecchio telefono, con buona pace di tutte le piattaforme digitali. Dall’altro lato il nostro pizzaiolo risponde ancora al telefono, annota il mio ordine su un pezzo di carta, o al meglio su un vecchio gestionale con un’interfaccia in stile Windows 3.1, e alle 20.00 in punto io ricevo in ogni caso le mie pizze. Fine del problema.

Nel mezzo di ogni difficoltà, giace l’opportunità. (Albert Einstein)

O forse no.

Esplorando il problema in sé, le motivazioni del pizzaiolo, e tante altre variabili che non vi sto ad elencare la conclusione è stata: “e se fosse tutto troppo complicato?”. La risposta in tal caso potrebbe soltanto essere: “semplifichiamolo allora”. Con una soluzione così elementare che possa essere adottata in 5 minuti netti (o poco più), da qualunque ristoratore che abbia almeno uno smartphone, quindi praticamente tutti (vero?!).

Dunque, immaginate ora una piattaforma, una webapp o applicazione web (chiamatela come volete) con cui poter ricevere ordini online a partire da oggi stesso, partendo da zero, e senza alcuna competenza tecnica. Ora smettete di immaginare, e provatela.

Subito dopo potreste persino darne notizia ai vostri clienti abituali (magari tramite la vostra pagina facebook, o il vostro sito web), clienti che come me stavano aspettando di poterla utilizzare per ordinare finalmente i vostri piatti deliziosi con uno strumento degno di quest’epoca.

mcdonalds-chiosco-ordini-touch

Dimenticavo.

Come mai McDonald’s, che da sempre ha un’attenzione estrema per il rapporto con i propri clienti, ha deciso di introdurre nei propri locali dei chioschi digitali per raccogliere gli ordini? Vi lascio con questa curiosità (provocatoria, naturalmente) fino al prossimo articolo. A presto!

Non andartene!

Resta in contatto con noi.
GRATIS consigli per la tua attività,
news dal blog e offerte speciali.
REGISTRATI
Ordini.Online - Il servizio all-inclusive per ricevere e gestire ordini
close-link
Ordini.Online

PROVA
GRATIS!

La tua piattaforma per ricevere
e gestire ordini online.
SCOPRI ORDINI ONLINE
Pubblica il tuo Menù in 5 minuti
close-link
Iscriviti
close-image