Fatevi lasciare l’email, a qualunque “costo”! Perché l’oro è (ancora) nella lista

Anche il mondo della ristorazione, sebbene ancora molto legato ai sistemi più tradizionali di vendita e pubblicità, sta incominciando a capire che le tendenze del mercato cambiano e si evolvono; è necessario perciò aprirsi ai nuovi meccanismi di digital marketing, comprendere che ogni potenziale cliente ormai è anche e soprattutto un utente internet, e che gran parte delle ricerche del locale dove portare a cena gli amici il sabato sera passa attraverso le pagine dei social e, in generale, quelle del web.

In quest’ottica, il primo segreto per trasformare un cliente occasionale in un cliente abituale, o per consolidare la presenza degli avventori conosciuti, è tanto semplice quanto, ahimè, poco utilizzato: farsi lasciare gli indirizzi email.

Mandare delle mail a cadenza settimanale, infatti, è una modalità vincente per mantenere la comunicazione tra ristorante e cliente, e per far arrivare, anche attraverso uno schermo, quella ospitalità e quell’accoglienza che fanno venir voglia al cliente di tornare da noi ; sarà importante curare l’invio di notizie che attraggano l’interesse e la curiosità, ad esempio con una strategia promozionale che non si limiti a qualche promozione spot, ma che pianifichi le offerte nel tempo; si potrà pubblicizzare l’iniziativa della settimana o il piatto del momento, creando una familiarità con il cliente che sarà tanto più forte quanto più riuscirà a mantenersi semplice e snella: saranno sufficienti contenuti incentrati sul menu, informazioni base come quelle di contatto (telefono, indirizzo, mappa, sito internet) e qualche immagine particolarmente evocativa che stimoli il gusto e l’interesse di chi la vede.

Anche una mail deve essere rappresentativa: piuttosto che uniformarci alle mailing list che riceviamo, cerchiamo di trovare il nostro stile e di inviare informazioni essenziali ma allo stesso tempo peculiari, che parlino di noi, e che creino valore per il cliente: è importante che egli senta che la soddisfazione dei suoi desideri è al centro dei nostri interessi.

Ovviamente una mail settimanale presuppone la proposta di novità: oltre alle promozioni, può essere molto utile informare il consumatore sul cambiamento del menu stagionale, o sulla creazione di un nuovo piatto, così come su un evento o una serata speciale che si svolgerà nella nostra location; o ancora sulla possibilità di organizzare banchetti, sui menu caratteristici per le feste di ricorrenza, persino sull’inaspettata visita di un vip che ha scelto proprio il nostro locale per la sua cena…

Qualche ristoratore particolarmente discreto potrebbe trovare difficoltà nel chiedere ai frequentatori del proprio locale se vogliono essere inseriti in una mailing list; ecco qualche consiglio per superare la timidezza:

  1. Fare la richiesta nel momento in cui il cliente è in cassa a pagare il conto, in cambio di uno sconto o di un piccolo omaggio, che può essere un gadget o, ancora meglio, l’offerta del caffè o dell’amaro che hanno appena consumato; o ancora un aperitivo gratuito, o un benefit sul brunch della domenica…
  2. Posizionare all’uscita del locale un tablet o un monitor touch che abbia la pagina aperta per l’inserimento della propria email: soluzione, questa, creativa e anche divertente, oltre che facile da gestire grazie a strumenti come Mailchimp, GetResponse, MailUP (italiano), che semplificheranno le operazioni e ci permetteranno di inviare email massive a tutta la lista.
  3. Se il nostro ristorante ha un sito web, e c’è da augurarsi che ce l’abbia, un’altra possibilità è quella di inserire sul sito un questionario da far compilare all’utente, promettendogli in cambio un buono sconto da utilizzare presso il nostro locale entro una data precisa: ovviamente tra i dati richiesti dal questionario ci sarà anche l’indirizzo di posta elettronica, e avremo il doppio risultato di far crescere la lista e invogliare il cliente a tornare presto. Nel questionario inoltre potremmo inserire domande che ci aiutino a capire come variano i gusti e le aspettative del pubblico, e questo ci permetterà di essere sempre aggiornati e persino di anticipare le richieste.

Inoltre ogni newsletter è facilmente condivisibile ormai da tutti: se la comunicazione è efficace e ha contenuti interessanti, sarà quasi automatico per il cliente condividerla con amici e conoscenti, che a loro volta potrebbero sperimentare la nostra cucina e gradirla a tal punto da continuare il passaparola, in una catena cuore a cuore che certamente aumenterà moltissimo il nostro pubblico.

Statistiche e indagini di mercato confermano del resto che gli imprenditori che utilizzano questo semplice strumento di comunicazione, molto efficace e quasi a costo (quasi) zero, hanno risultati di gran lunga superiori ai ristoratori che, seppur qualitativamente a livelli eccelsi, si rifiutano di adeguarsi a un cambiamento che è epocale e non soltanto settoriale.

Vale la pena dunque avventurarci almeno un po’ nel mondo della tecnologia e abbracciare un sistema di scambio, qual è quello virtuale, che promuove rete di relazioni fruttuose e redditizie, che permette di mantenere i contatti senza risultare invadenti e che ci offre possibilità di farci conoscere e apprezzare: il resto, ovviamente, dipende dalla qualità e alla competenza che offriamo e se mancheranno quelle, nessuna mailing list potrà mai regalarci una clientela che non meritiamo.

Non andartene!

Resta in contatto con noi.
GRATIS consigli per la tua attività,
news dal blog e offerte speciali.
REGISTRATI
Ordini.Online - Il servizio all-inclusive per ricevere e gestire ordini
close-link
Ordini.Online

PROVA
GRATIS!

La tua piattaforma per ricevere
e gestire ordini online.
SCOPRI ORDINI ONLINE
Pubblica il tuo Menù in 5 minuti
close-link
Iscriviti
close-image